Flickr - gym fitness aerobic
Sembra essere la "dieta" più discussa dell'ultimo anno e indubbiamente la più conosciuta. Testimonials famosi quali attrici (fra le quali, si mormora, ci siano anche Sandra Bullock e Madonna), atleti di alto livello e squadre di calcio (qualcuna anche italiana!), l'hanno testata con successo.

Dieta a zona

     
  1. Perdere peso e mantenere la massa magra
  2. Garantisce perdita di peso e mantenimento della massa magra, lucidità mentale e prevenzione dalle malattie del nostro secolo.

Svisceriamo i segreti della dieta più famosa del momento.

 

Ormai tutti parlano della Zona:

Sembra essere la "dieta" più discussa dell'ultimo anno e indubbiamente la più conosciuta. Testimonials famosi quali attrici (fra le quali, si mormora, ci siano anche Sandra Bullock e Madonna), atleti di alto livello e squadre di calcio (qualcuna anche italiana!), l'hanno testata con successo. In effetti, sembra che gli sperimentatori del regime alimentare che conduce alla Zona lo abbiano poi felicemente adottato come stile di vita. Altri invece mormorano che il piano nutrizionale del Dott. Sears sia stato copiato da uno molto simile, sviluppato negli anni Quaranta. Alcuni ancora ritengono che la dieta a Zona sia irrazionale nelle proporzioni fra carboidrati grassi e proteine…


Ma cos'è "la Zona"?
Il nome della dieta rappresenta uno stato di equilibrio ormonale che porta l'insulina (è l'ormone secreto per spazzare via dal circolo sanguigno gli zuccheri introdotti, spesso trasformandoli in grasso di riserva) ad essere sempre in equilibrio con i suoi ormoni antagonisti. Questo equilibrio viene definito come una zona : quando l'organismo è in questo stato la mente è più lucida (non vi sono cali di zuccheri) e si brucia più grasso (a riposo è il substrato principale utilizzato dal metabolismo per ottenere energia).
Come si raggiunge?
Il Dott. Barry Sears, biochimico e creatore della dieta a Zona, ha messo a punto uno stile alimentare che in realtà si basa sulle semplici regole alimentari delle nostre nonne: un po' di tutti gli alimenti con equilibrio e moderazione…

 

I tre punti cardine della dieta a Zona sono:

  1. In ogni pasto o spuntino sono sempre presenti tutti i macronutrienti (carboidrati o zuccheri - proteine - grassi).
  2. I carboidrati costituenti i pasti derivano soprattutto da frutta e verdura.
  3. Consumare almeno 5 pasti al giorno.La dieta a Zona, diversamente dalla classica piramide degli alimenti, che predilige di gran lunga i carboidrati, consiglia l'assunzione giornaliera di un 40% di carboidrati (principalmente sotto forma di frutta e verdura), 30% di proteine (carne, pesce, formaggi, uova, ecc.), 30% di grassi (preferibilmente monoinsaturi Ho visto varie persone con motivazioni differenti ottenere risultati con la zona.

 

Testimonianze

Una ragazza che la seguiva da qualche mese era incredibilmente soddisfatta dei risultati: "Mi sono asciugata molto a livello di grasso corporeo - mi dice Valentina - il desiderio di cibi dolci è scomparso!".
Valentina è al secondo anno dell' Isef e mi racconta del fondamento biochimico sul quale poggia la dieta a Zona. Mi sembra razionale e mi decido a scoprire di più…
La biochimica, la nutrizione umana e la fisiologia sono materie che mi hanno appassionata da sempre nei miei anni di studi in Scienza Motorie: dopo aver letto il libro di Sears, ho improvvisamente scoperto che tutto ciò che ho studiato "quadra" perfettamente!

Il tipo di alimentazione proposto mi è parso coerente e perfettamente in linea con i principali meccanismi biochimici relativi al controllo ormonale indotto dal cibo. Per questo motivo ho deciso di adottarla, e non solo, di proporla, in qualità di personal trainer, a tutti i clienti che hanno richiesto la consulenza alimentare, a seconda delle loro necessità.
L'ho consigliata ad atleti che desideravano più massa magra e meno grasso corporeo, a chi necessitava di dimagrire, a persone fortemente soprappeso e a persone in forma che volevano alimentarsi in maniera equilibrata.

Personalmente, ho stravolto le mie abitudini alimentari precedenti (pochissimi o zero grassi, molti carboidrati, proteine pochine e poco di tutto), con un gran timore di metter su peso anziché asciugarmi un po' in previsione della gara di Step Competitivo che mi attendeva a fine anno. I risultati? Fin dalla prima settimana il grasso corporeo è iniziato a calare. I muscoli della parte superiore, per me da sempre molto difficili da sviluppare, hanno mostrato chiari segni di miglioramento. Grazie alle quantità finalmente adeguata di introito proteico, le mie unghie e i miei capelli sono diventati fortissimi, e ho rilevato meno affaticamento post-allenamento e un recupero più rapido. Meno sonnolenza dopo i pasti e maggiori energie mentali mi hanno infine convinta a protrarre questo regime.

La Zona mi è stata particolarmente utile durante un periodo obbligato di stop dall'attività fisica e dagli allenamenti di circa due mesi: sono riuscita a mantenere quasi inalterate le proporzioni fra massa magra e grassa, e ho recuperato le capacità di forza e potenza quasi immediatamente!come olio di oliva, mandorle ed altri che sono risultati utili nella prevenzione delle malattie cardiache). Il Dott. Sears è infatti convinto del fatto che questa ripartizione del cibo sia la nostra assicurazione sulla vita.

 

I principi base della dieta zona sono:

  1. In ogni pasto o spuntino devono sempre esserci tutti i macronutrienti (carboidrati o zuccheri - grassi - proteine), un po' di tutto quindi, ma con equilibrio e moderazione
  2. I carboidrati derivano soprattutto da frutta e verdura.
  3. Consumare almeno 5 pasti al giorno. La dieta a Zona, diversamente dalla classica piramide degli alimenti che predilige di gran lunga i carboidrati, prevede l'assunzione giornaliera di:

40% di carboidrati (principalmente sotto forma di frutta e verdura)
30% di proteine (carne, formaggi, pesce, uova, ecc.),
30% di grassi (preferibilmente monoinsaturi come olio di oliva).

Bene, mi auguro che queste piccole indicazioni possano stimolarvi a venirmi a trovare, per saperne di più e per permettermi di consigliarvi il giusto schema alimentare.



Il suo interesse per le culture orientali era già spiccato fin da piccolo, vi si avvicina praticando sia Karatè, sia Kung Fu, da questa esperienza approda allo Yoga, che praticava già da autodidatta, dopo diversi anni di pratica e ricerca, si diploma ISTRUTTORE YOGA presso l’Istituto Yoga di Carlo Patrian (Mi). Contemporaneamente frequenta per 3 anni un monastero Buddista Zen, per imparare la meditazione zazen e lo SHIATSU originale Giapponese, che ha poi approfondito con l’EFOA (Federazione Europea Arti Orientali). Essendo per natura eclettico, aperto a nuove esperienze, si avvicina al Reiki, fino a diventare Master nel 2001, e creare un programma integrato di reiki, cristalli, radiestesia, kinesiologia. Ha approfondito diverse tecniche energetiche orientali e non, di: Prevenzione, Guarigione e Autoguarigione, come CROMOPUNTURA, CRISTALLOTERAPIA, TRAINING AUTOGENO, FLORITERAPIA, FITOTERAPIA, IRIDOLOGIA, NATUROPATIA, PNL, RADIESTESIA, RADIONICA, poi si avvicina alla Kinesiologia e segue l’iter sia per istruttore, sia per kinesiologo professionista con la scuola (IKSEN). Diventa così Istruttore Avanzato di KINESIOLOGIA autorizzato dal Collegio Internazionale di Kinesiologia (ICK) con sede a Zurigo e KINESIOLOGO specializzato.

Il M° Cristian Sinisi, insegna tecniche di Massaggi, naturali ed energetiche quali: Reiki, Riflessologia Plantare, Shiatsu, Linfodrenaggio, Massaggio Sportivo, Connettivale, Miofasciale, Hawaiano, Hot Stone massage, Massaggio Ayurvedico, Kinesiologia, Pilates, Hatha Yoga e Yoga della risata.

Attestati, Certificazioni, Diplomi Professionali

  • Diploma di Estetica 2 ° anno 2 giugno 1992 - C.A.A.P. PAVIA ;
  • Diploma di Specializzazione Estetica 15 giugno 99 C.A.A.P. PAVIA;
  • Diplomato istruttore Yoga nel 1997 - Istituto Yoga di Carlo Patrian - Milano
  • Diplomato operatore Shiatsu il 19/3/97 E.F.O.A. - ROMA;
  • Diplomato in Riflessologia Plantare 26/2/1998 - TDR Giorgio Dionisio - Pavia;
  • Diplomato Istruttore di Kinesiologia Specializzata 31/3/1999 presso IKSEN di Maurizio Piva - Brescia;
  • Diplomato Master Reiki giugno 2001 - Master Marco Losi - Stradella (PV);
  • Diplomato Kinesiologo Professionale 16/6/2001 - presso IKSEN di Maurizio Piva - Brescia;
  • Diploma di Posturologia - anno 2005 - tdr Gianni Bazzani - Pavia -
  • Diplomato Istruttore di Pilates Basic (nel 2006) Con Lisa Lapomarda - Parma
  • Attivato al Kriya Yoga Autentico da Shibendu Lahiri 22-23/12/2007 - Milano -
  • Diploma Istrutture Avanzato Pilates Maggio 2008 - Con Lisa Lapomarda - Bologna

 

Vari attestati di aggiornamento professionale in massaggio

  • Linfodrenaggio 7/12/1998; Elettrostimolazione 25/11/2000; Massaggio indiano shirodhara e Pindasveda 15/5/2000; Massaggio ayurvedico base 3/3/2002; Massaggio connettivale 06; Massaggio Hawaiano (07), aggiornamento in Pilates. ; Svariati attestati di aggiornamento kinesiologico (per gli istruttori è d’obbligo aggiornamento ogni 2 anni; per professionisti è d’obbligo un aggiornamento annuo).
  • Formazione in geobiologia, radiestesia, feng shui (con il Prof Demetrio jero) dal 2004 al 2007;
  • Master in Comunicazione, Marketing e Management (Sigmaconsult Milano);Master in Metodi e Tecniche di Formazione (Sigmaconsult Milano);Master in Gestione del Tempo (Sigmaconsult Milano); Master in Vendita (Sigmaconsult Milano);
  • * Agosto 2002 frequenta per un mese e si Diploma in: “Massaggio e Discipline Ayurvediche” presso il: “Somatheeram Ayurvedic Beach Resort“, Kovalam - Kerala, INDIA. Il centro più prestigioso e rinomato dell’India.
  • Dicembre 7-8-9 _ 2007 a Milano, partecipa agli insegnamenti di Sua Santità il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatsu.
Il M° Cristian Sinisi, insegna tecniche di Massaggi, naturali ed energetiche quali: Reiki, Riflessologia Plantare, Shiatsu, Linfodrenaggio, Massaggio Sportivo, Connettivale, Miofasciale, Hawaiano, Hot Stone massage, Massaggio Ayurvedico, Kinesiologia, Pilates, Hatha Yoga e Yoga della risata.
infonull@nullcristiansinisi.it
   sito web di riferimento


Lascia il tuo commento