Flickr - crossfit
Questa fascia “protettrice” ha anche alcuni aspetti negativi che dovrebbero indurci a riflettere sui reali benefici nell’indossarla.

Ogni giorno nelle nostre palestre incontriamo atleti di ogni genere e di ogni età, avvolti da inseparabili e suggestive cinture di sostegno per la schiena.  La maggior parte di questi fans della cintura, che probabilmente la usa solamente per moda, non si rende conto e non è informato, che se usata a scopo di equipaggiamento terapeutico, in realtà questa fascia “protettrice” ha anche alcuni aspetti negativi che dovrebbero indurci a riflettere sui reali benefici nell’indossarla.

Infatti le cinture per il sostegno della schiena, indeboliscono potenzialmente e pericolosamente i muscoli stabilizzatori del busto quali gli addominali e gli erettori spinali.  L’uso improprio e l’abuso della cintura di sostegno potrebbe anche in alcune particolari situazioni di intenso sforzo fisico, creare una pressione intraddominale probabilmente eccessiva che divenendo esagerata rallenterebbe o addirittura fermerebbe il normale flusso del sangue al cuore.  Un ulteriore problema oltre a quello di indebolire potenzialmente la schiena e i suoi muscoli posturali sembrerebbe creare anche un accentuazione delle patologie degenerative dei dischi intervertebrali.

La cintura infatti se indossata molto stretta, limitando la mobilità naturale della colonna lombare, induce durante uno “squat” ad esempio, una maggior pressione sui primi dischi intervertebrali, che già assorbono circa il 70-80% del movimento della schiena mentre ci si sporge leggermente in avanti, che in questo specifico caso dovrebbero assorbire ancora più stress di quello già esercitato dall’esercizio stesso senza l’uso di alcuna “protezione”.

In conclusione piuttosto che prevenire gli infortuni alla schiena spesso un uso improprio e ingiustificato della cintura di sostegno, può in realtà aumentare il rischio di infortunarsi seriamente, anche se in certi casi individuali ad esempio nelle alzate molto pesanti superiori all 80% del proprio massimale 1RM, può esserci una valida giustificazione al suo parziale uso.

Se già da tempo stiamo usando la cintura, e magari anche in modo non giustificato, sarà meglio quindi se riteniamo importante salvaguardare la nostra schiena, disabituarsi lentamente ad indossarla, usandola solamente per carichi veramente pesanti e aggiungendo a questo limite una percentuale dell’1-2% crescente ogni mese.

Sarà eventualmente auspicabile eseguire anche un moderato incremento degli esercizi per i muscoli addominali e per quelli lombari, che potrebbero nel frattempo essersi anche involontariamente indeboliti, in modo che siano in grado di sostenere nuovamente e adeguatamente la nostra colonna vertebrale e la corretta postura in tutti gli esercizi che la coinvolgono direttamente.


Istruttore di bodybuilding e fitness ed Operatore Specializzato in Flexible Strength (Yoga dinamico)
luca.ambroginull@nulllibero.it
   sito web di riferimento


Lascia il tuo commento