Flickr - gym fitness training workout
Norme internazionali vietano la vendita, oltre che l’utilizzo, di farmaci per usi diversi da quelli terapeutici con prescrizione e controllo del medico. Ma allora come e dove si trovano le sostanze dopanti?

Dove sono i supermercati del doping

Norme internazionali vietano la vendita, oltre che l’utilizzo, di farmaci per usi diversi da quelli terapeutici con prescrizione e controllo del medico. Ma allora come e dove si trovano le sostanze dopanti? In certi paesi la vendita non è sottoposta ad alcun controllo, mentre il mercato nero è sempre più alimentato da produttori paralleli.

Le indagini condotte negli scorsi anni dalle forze dell’ordine hanno svelato una fitta rete di collegamenti sommersi tra alcune case farmaceutiche (o loro dipendenti) e intermediari internazionali in contatto con i responsabili medici delle maggiori società sportive. Questi ultimi, nella maggior parte dei casi, avrebbero fornito direttamente ai propri atleti le sostanze ritenute più idonee per la preparazione fisica, pratica in ogni caso illegale.
  Fin qui il doping a livello di sportivi professionisti, ma anche il mondo degli atleti amatoriali ha suoi canali di approvvigionamento di sostanze dopanti. Il più delle volte si tratta di collegamenti indiretti con i produttori dei farmaci raggiunti attraverso numerosi intermediari e passaggi di mano che fanno lievitare il prezzo dei prodotti fino a oltre dieci volte quello della scatola. Questo è il mercato nero del doping fai-da-te, quello che si insinua nelle palestre e nei centri fitness spinto da persone senza scrupoli che ricercano il guadagno anche a discapito della salute degli altri.

 

I prodotti reperibili in Italia...

In Italia la vendita di sostanze dopanti è fortemente limitata dalle disposizioni dal Ministero della Salute, quindi si trovano in commercio relativamente pochi farmaci, di fatto solo quelli realmente utili per fini terapeutici, che in ogni caso sono reperibili esclusivamente nelle farmacie dietro presentazione di ricetta medica.
Per esempio esistono le preparazioni a base di testosterone orali (Andriol) o iniettabili (Sustanon, Testo-Enant, Testoviron e Testovis), quelle di nandrolone (Deca Durabolin, Dynabolon), di ormone della crescita (Genotropin, Humatrope, Saizen), di ormoni tiroidei (Eutirox, Ti-Tre) e vari altri.
Non sono più reperibili da tempo, invece, altri farmaci largamente utilizzati negli anni scorsi (Primobolan, Winstrol), mentre altri (Oxandrolone) sono stati circoscritti al solo uso ospedaliero. Infine, anche i farmaci veterinari, spesso usati anche per il doping umano, sono praticamente estinti.

 

...e quelli che si trovano all'estero

Ma senza andare troppo lontano, basta fare un giro in Europa per vedere che le due sostanze più utilizzate nel doping sono molto diffuse: il nandrolone (Deca Durabolin, Extraboline, Norma Hellas) è venduto in Grecia e Olanda, lo stanazololo (Winstrol) si trova in Spagna.
Fin qui i prodotti delle case farmaceutiche ufficiali. In realtà c'è un mercato nero alimentato da produttori paralleli, laboratori chimici specializzati nel doping, che offre praticamente qualunque tipo di sostanza: per esempio metandrostenolone (Dianabol), trenbolone (Parabolan), boldenone (Ganabol) e molte altre.
Questi produttori si presentano sul mercato attraverso numerosi siti Internet, ma il più delle volte non è il consumatore finale a fare shopping on-line, bensì grossisiti e distributori locali che poi rivendono i prodotti attraverso il passaparola nelle palestre e nei centri sportivi.
Naturalmente chi si affida a questo tipo di approvvigionamento deve fare molta attenzione, perchè oltre a normali rischi se ne aggiungono altri: i prodotti venduti tramite questi canali possono essere contraffatti o scaduti e, nel migliore dei casi non hanno l’efficacia promessa, mentre altre volte possono risultare tossici e seriamente pericolosi per la salute.

 

La salute prima di tutto

Non bisogna poi dimenticare che, anche se si trova il modo di acquistare tali farmaci, non dovrebbero in alcun caso essere utilizzati senza una prescrizione medica e un continuo controllo dello stato generale di salute. Se si ritiene di avere necessità di un trattamento chimico per aumentare la propria massa muscolare o per dimagrire, la cosa migliore da fare è rivolgersi a uno specialista (un dietologo o un endocrinologo).

Il medico, dopo avere accertato l’eventuale presenza di patologie che possono determinare magrezza od obesità, può valutare l’opportunità di una terapia farmacologia. Solo in questo modo si può avere la tranquillità di ridurre al minimo gli effetti collaterali e soprattutto di seguire un protocollo terapeutico basato su reali criteri scientifici e non solo sull’esperienza o sul passaparola. In tutti gli altri casi la via corretta è quella dell'allenamento serie e dall'alimentazione equilibrata.


Articoli concatenati dall'autore


Istruttore di Fitness e Bodybuilding diplomato FIF, associato EFA.
Esperto in tecniche per l'ipertrofia e per il dimagrimento, cardio-fitness, preparazione atletica e supplementazione.
Specializzato con master in Personal Training, Circuit Training, Supplementazione e Integratori, Ormoni e Doping, Riabilitazione della spalla e del ginocchio, Trattamento Low Back Pain.
- Come Personal Trainer collabora con privati e atleti professionisti, come consulente tecnico-gestionale collabora con associazioni sportive e network di centri wellness.
- Come giornalista scrive articoli e guide per le principali riviste di settore ed è autore di vari libri sull'alimentazione per lo sport e diverse guide all'allenamento.
Istruttore di Fitness e Bodybuilding diplomato FIF, associato EFA.
Esperto in tecniche per l'ipertrofia e per il dimagrimento, cardio-fitness, preparazione atletica e supplementazione.
Specializzato con master in Personal Training, Circuit Training, Supplementazione e Integratori, Ormoni e Doping, Riabilitazione della spalla e del ginocchio, Trattamento Low Back Pain.
- Come Personal Trainer collabora con privati e atleti professionisti, come consulente tecnico-gestionale collabora con associazioni sportive e network di centri wellness.
- Come giornalista scrive articoli e guide per le principali riviste di settore ed è autore di vari libri sull'alimentazione per lo sport e diverse guide all'allenamento.

carlo.stratinull@nullcorporis.it


Lascia il tuo commento