Flickr - training woman
Le cicatrici (solo alcune…), possono provocare sia disturbi muscolo scheletrici, sia disturbi organici e viscerali, oltre che disturbi estetici che poi possono ripercuotersi negativamente a livello della psiche.

Vi chiederete perché parlare di cicatrici in un sito in cui prevalentemente si trattano argomenti inerenti l'attività fisica e la postura…..
Le cicatrici (solo alcune…), possono provocare sia disturbi muscolo scheletrici, sia disturbi organici e viscerali, oltre che disturbi estetici che poi possono ripercuotersi negativamente a livello della psiche.
In qualità di Personal Trainer finalizzato al benessere delle persone, ovviamente non posso non considerare le cicatrici nell'ambito di una rieducazione posturale.

Le cicatrici sono formate da tessuto connettivo che si forma per riparare una lesione della cute e di altri tessuti.
Ricordiamo che il tessuto connettivo cicatriziale é molto meno elastico del tessuto originario  anche se piu' resistente, e quindi può creare una diminuzione della libertà di movimento (retrazione), che può riguardare sia la zona muscolare in cui vi é la cicatrici, sia distretti corporei lontani, questo é dovuto all'interazione del sistema miofasciale e quindi delle catene muscolari collegate tra loro.
Inoltre va ricordato che epidermide e tessuto nervoso derivano dallo stesso foglietto embrionale e ciò comporterà per tutta la vita un "legame speciale". ( stress e eruzioni cutanei associate ad esso  possono essere un valido esempio).
Le cicatrici possono creare quindi un problema al sistema nervoso poiché eccitano le ghiandole surrenali; inoltre vanno a stimolare il pancreas (insulina), e in alcune persone si é notato un aumento di peso causato proprio dalla cicatrice che andava ad agire in maniera non corretta sullo stimolo della fame.

Non tutte le cicatrici sono fonte di disagio; ottimi sono i test chinesiologici per vedere se una cicatrice é "reattiva" e quindi in grado di provocare disturbi muscolo scheletrici oppure no.
Comunque tutte le cicatrici possono provocare disordini posturali, quindi oltre che le classiche cicatrici da taglio o da incidente, occorre testare anche quelle derivate da una appendicectomia, tiroidectomia, taglio cesario, meniscectomia, e laminectomia.
Entrando piu' nel merito della mia attività lavorativa, il trattamento delle cicatrici diventa fondamentale per dare libertà ai distretti muscolari retratti, e quindi nel migliorare anche i dolori muscolari.

In base alla localizzazione della cicatrice possono esserci dolori o tensioni muscolari in quel punto a causa della aderenza, ma possono esserci anche dolori viscerali se per esempio la cicatrice si trova vicino ad organi quali il fegato lo stomaco o l'intestino.
Alcuni atteggiamenti posturali errati vengono migliorati tramite allungamento e scollamento della cicatrice.
Pensiamo ad una cicatrice localizzata a livello addominale, questo provocherà sicuramente un atteggiamento in flessione avanti del corpo e porterà tutti i muscoli della catena anteriore in tensione.

Questa persona sprecherà un sacco di energie per mantenere una postura "ideale" (tende alla caduta in avanti) e quindi si stancherà molto facilmente a causa di questo sbilanciamento posturale.  In un caso come questo l'allungamento  della zona addominale sarà fondamentale per dare un pò di sollievo al cliente, ma poiché il corpo é costituito da un sistema fasciale in cui le singole fascie sono in collegamento le une con le altre, sarà opportuno allungare anche il retto femorale e la zona pettorale oltre che ripristinare una corretta respirazione.
Come vedete si ritorna sempre a trattate il cliente in maniera "globale", considerando sempre oltre che la zona in cui vi é un trauma o un dolore, anche le altre zone corporee "lontane" che però hanno delle attinenze importanti sull'effetto del problema.


Diplomato ISEF - Chinesiologo
Personal Trainer ISSA - Preparatore Atletico
simlosinull@nulltin.it
   sito web di riferimento


Lascia il tuo commento